Quando ci manca il tempo, ma vogliamo mangiare comunque un pasto caldo e sano

Ci sono dei giorni in cui arrivate a casa stanchi e desiderate un buon pasto caldo che si prepari da solo. Grazie ai piatti pronti Natureta, gustosi, sani e dal sapore casalingo, tutto questo non è più un sogno! Non dovrete fare altro che riscaldarli e nella vostra casa si diffonderà un piacevole profumo di cibo fatto in casa. I consumatori spesso evitano di acquistare piatti pronti, in quanto questi di solito contengono molti conservanti e additivi artificiali che gli permettono di rimanere a lungo sugli scaffali dei negozi. Molti inoltre temono che riscaldare più volte gli alimenti possa distruggere tutte le sostanze nutrienti per l’organismo. Ma la realtà è ben diversa!

Grazie a un’avanzata tecnologia di conservazione, che consente ai cibi di conservare la freschezza e la qualità a lungo, i prodotti Natureta non contengono conservanti né additivi artificiali. Riscaldare più volte i cibi può inoltre avere effetti positivi sulla salute.

Alcune ricerche hanno dimostrato che il riscaldamento ripetuto di cibi ricchi di amido tende a modificare la struttura chimica delle sue molecole. Infatti, le alte temperature provocano la formazione del cosiddetto amido retrogradato. Questo amido modificato chimicamente non è più utilizzabile dall’organismo, ma agisce in modo funzionale come fibra alimentare. Di conseguenza, il valore calorico degli alimenti ricchi di amido risulta più basso. Allo stesso tempo, una quantità maggiore di amido retrogradato determina un rilascio più lento e uniforme dei rimanenti zuccheri amidacei nella circolazione sanguigna, a vantaggio soprattutto dei diabetici. Inoltre, l’aumento delle fibre alimentari in un alimento migliora il processo di digestione.

Riscaldare più volte gli alimenti può influire anche sulla trasformazione e sull’aumento della quota totale degli antiossidanti presenti al loro interno. In passato si riteneva che le alte temperature distruggessero gli antiossidanti e che di conseguenza il potenziale antiossidante totale diminuisse. Nuove scoperte scientifiche però non hanno confutato questa tesi. Ci si è infatti resi conto che, in presenza di alte temperature, gli antiossidanti non fanno altro che trasformarsi da una forma all’altra mantenendo al contempo la loro funzione, mentre negli alimenti si creano centinaia di nuove sostanze, tra cui alcune hanno un effetto antiossidante. Pertanto, riscaldare ripetutamente gli alimenti può addirittura aumentare la quota totale di antiossidanti.

Gustare piatti caldi presenta anche altri vantaggi per la nostra salute. Infatti, il cibo caldo aiuta a migliorare la digestione. Inoltre, le alte temperature provocano anche modifiche chimiche e trasformano le sostanze più complesse presenti negli alimenti in sostanze più semplici. Queste sono più facilmente assimilabili dal nostro organismo. In aggiunta, consumare pietanze calde aiuta le persone con problemi digestivi in quanto il cibo caldo è meno pesante. Non dimentichiamoci infine che i cibi caldi contribuiscono a riscaldare il corpo durante i mesi freddi e a renderci più resistenti.

Oltre a presentare tutti questi vantaggi per la salute, i cibi pronti sono anche estremamente pratici. Sono una scelta irrinunciabile anche quando andiamo in campeggio o in vacanza in mezzo alla natura, in quanto possiamo prepararli in modo pratico e veloce senza doverci portare dietro troppe attrezzature per cucinare. Rendono inoltre più facile la preparazione di picnic e pasti per più persone, dato che richiedono poco lavoro e grazie alla loro qualità e al loro sapore non deludono mai.

Quindi, la prossima volta che sarete stanchi o che semplicemente non avrete il tempo di preparare un pasto caldo per la famiglia o gli amici, non dovrete fare altro che prendere uno dei piatti pronti Natureta e nella vostra casa si diffonderà un delizioso profumo di cibo gustoso, sano e dal sapore casalingo.

mag. Lea Lukšič, consulente alimentare

 

FONTI
Skrabanja V., Laerke H. N. e Kreft I. 1998. Effect of hydrothermal processing of buckwheat (Fagopyrum esculentum Moench) groats on starch enzymatic availability in vitro and in vivo in rats. Journal of Cereal Science, 28:209-221
Michalska A., Amigo Benavent M., Zielinski H. e Dolores del Castillo M. 2008. Effect of bread making on formation of Maillard reaction products contributing to the overall antioxidant activity of rye bread. Journal of Cereal Science, 48:123-132
Zhang M., Chen H., Li J., Pei Y. e Liang Y. 2010. Antioxidant properties of Tartary buckwheat extracts as affected by different thermal processing methods. Food Science and Technology, 43:181–185
Sito web: http://www.livestrong.com/article/546651-nutritional-differences-in-hot-cold-food/