Dove nasce l’idea dei peperoni ripieni?

All’interno della gamma di piatti pronti Natureta compaiono anche i peperoni ripieni. Questa pietanza deliziosa viene preparata senza esaltatori di sapidità né conservanti. Sapete dove nasce l’idea di questo piatto semplice, tanto amato anche da noi sloveni?

I peperoni ripieni sono un piatto conosciuto in quasi tutto il mondo. La loro forma, la loro composizione e il loro sapore variano a seconda del luogo di provenienza e delle diverse tradizioni gastronomiche. Il Medio Oriente e l’Africa settentrionale sono la patria dei piatti a base di verdure ripiene, che in queste zone vengono chiamati dolma e sarma. Di solito si tratta di pietanze preparate farcendo i peperoni o le foglie delle viti con ripieni di vario tipo. La dolma è una specialità tipica della cucina balcanica, del Caucaso e del Medio Oriente (si trova ad esempio in Iraq, Iran, Turchia, Azerbaigian, Armenia) ed è diffusa addirittura in Asia centrale. In Grecia le chiamano “yemista” o “gemista”, mentre in Tunisia sono conosciute come “filfil mahshi”.

Nella regione balcanica e in Europa centrale i peperoni ripieni sono di solito farciti con carne macinata e riso. Viene utilizzata la carne di manzo, a cui si aggiungono il riso e le spezie. Questa modalità di preparazione con tutta probabilità deriva dalla cucina ungherese. I territori in cui si hanno maggiori possibilità di trovare questo tipo di peperoni ripieni sono il Zagorje e la Vojvodina. In Bulgaria la ricetta è già diversa, visto che i peperoni vengono per lo più farciti con lo yogurt. Si differenzia anche la Romania, dove il ripieno è composto da carne di maiale macinata, riso, cipolle, verdure e spezie, ingredienti che vengono poi cucinati in un sugo di panna, passata di pomodoro e spezie.

Anche in India i peperoni ripieni (“bharvan mirch” o “bharva hari mirch”) sono uno dei modi più diffusi di preparare le verdure ripiene. Per la farcitura di solito si utilizza carne cotta, patate, cipolle, spezie (curcuma, chili, coriandolo), sale e succo di limone. I peperoni vengono cotti in forno o in padella fino a farli ammorbidire.

In India i peperoni ripieni sono anche un cibo da strada chiamato “mirchi bajji” o “pakora”. Questa specialità viene consumata soprattutto nella stagione fredda dei monsoni. A Bombay e nelle regioni occidentali, i peperoni ripieni vengono farciti con un soffritto di farina e spezie e quindi fritti nell’olio. In altre regioni si utilizzano peperoncini piccanti rossi, che vengono fritti e serviti con il riso.

I peperoni ripieni fanno parte anche della cucina tradizionale spagnola, in particolare nella regione basca. Di solito gli spagnoli usano i peperoni piquillo, di colore rosso e dal gusto dolce. Per il ripieno molto spesso si ricorre al formaggio di pecora Machengo o alla carne di manzo macinata, anche se ne esistono varietà con il pesce tritato, per lo più merluzzo. I peperoni ripieni vengono preparati assieme a una salsa di besciamella.

In Messico vengono utilizzati soprattutto i peperoni verdi. Il ripieno può essere di formaggio (tradizionalmente il “queso fresco”) o di carne e viene mescolato con burro e uova e fritto. I peperoni ripieni vengono serviti con salse che si differenziano a seconda delle regioni. Un altro piatto molto diffuso sono i peperoni jalapeno ripieni, che vengono farciti con formaggio, spezie e carne macinata e fritti nell’olio.

I peperoni ripieni sono diffusi anche negli Stati Uniti. La ricetta a stelle e strisce prevede l’utilizzo di peperoni verdi che vengono poi imbottiti con carne di manzo tritata, pangrattato, riso cotto, uova, spezie (ad es. paprika in polvere), prezzemolo e formaggio. I peperoni vengono quindi cucinati o cotti in forno e serviti con salsa di pomodoro.

Possiamo trovare i peperoni ripieni anche in Scandinavia, dove di solito vengono farciti con carne macinata di maiale o di manzo , riso, spezie e verdure.

Di sicuro tutti questi modi di preparare i peperoni ripieni in giro per il mondo vi hanno entusiasmato, ma se siete amanti di questo piatto cucinato secondo la ricetta tradizionale slovena, i peperoni ripieni Natureta non vi deluderanno mai.

mag. Lea Lukšič, consulente alimentare

FONTI:
Parloa M. 1887. Miss Parloa’s Kitchen Companion (19a edizione). New York, New York: The Clover Publishing Co. pag. 525.
Farmer Merritt F. 1896. The Boston Cooking School Cookbook. Boston, Massachusetts: Little, Brown Co. pagg. 267–268.
Stuffed peppers, 2016: https://en.m.wikipedia.org/wiki/Stuffed_peppers